Caricamento

product image 0
product image 1
product thumbnail 0
product thumbnail 1
Prezzo fisso|

Châteauneuf-du-Pape Château de Beaucastel Famille Perrin 2019

Frutti neriVino gastronomicoVino da invecchiamento
A

14.5%

1.5L

Intensità:

Un superbo Châteauneuf ricco e sensuale, proveniente da una delle tenute più emblematiche della denominazione.

Maggiori informazioni

Questo vino è uno dei pochi Châteauneuf a essere effettivamente vinificato a partire dai famosi tredici vitigni della valle del Rodano! È prodotto a partire da vigne che hanno più di 50 anni con una resa limitata (30 hl/ha al massimo) e a partire da un terroir trattato con metodi che si avvicinano a quelli biologici. È ampiamente ammirato e funge da punto di riferimento per molti viticoltori della regione. Sebbene tutti e tredici i vitigni siano presenti, conferendo a questo vino rosso una rara complessità, mourvèdre (30%) e grenache (30%) sono preponderanti. Al termine delle fermentazioni malolattiche, le tredici varietà vengono assemblate in botti di rovere da 40 ettolitri. Il giovane vino vi rimane per un anno, poi viene chiarificato con l'albume d'uovo prima dell'imbottigliamento. Successivamente, rimane per un altro anno nelle cantine dello château prima di essere messo in vendita. La lenta maturazione delle uve, unita a una vinificazione lunga e delicata, produce un vino dai tannini setosi ma anche molto voluminoso al palato. L'equilibrio e l'aroma fruttato sono impressionanti, così come il suo potenziale di invecchiamento.

95
logo for noteRobertParker note
96
logo for noteWineSpectator note
18
logo for noteJancisRobinson note
97
logo for noteJamesSuckling note
95
logo for noteVinousAntonioGalloni note
Un'ampia selezione di vini, scelti con cura e passione dal nostro team di esperti

Presentazione del lotto

Châteauneuf-du-Pape Château de Beaucastel Famille Perrin 2019

La cuvée

Questo vino è uno dei pochi Châteauneuf a essere effettivamente vinificato a partire dai famosi tredici vitigni della valle del Rodano! È prodotto a partire da vigne che hanno più di 50 anni con una resa limitata (30 hl/ha al massimo) e a partire da un terroir trattato con metodi che si avvicinano a quelli biologici. È ampiamente ammirato e funge da punto di riferimento per molti viticoltori della regione. Sebbene tutti e tredici i vitigni siano presenti, conferendo a questo vino rosso una rara complessità, mourvèdre (30%) e grenache (30%) sono preponderanti. Al termine delle fermentazioni malolattiche, le tredici varietà vengono assemblate in botti di rovere da 40 ettolitri. Il giovane vino vi rimane per un anno, poi viene chiarificato con l'albume d'uovo prima dell'imbottigliamento. Successivamente, rimane per un altro anno nelle cantine dello château prima di essere messo in vendita. La lenta maturazione delle uve, unita a una vinificazione lunga e delicata, produce un vino dai tannini setosi ma anche molto voluminoso al palato. L'equilibrio e l'aroma fruttato sono impressionanti, così come il suo potenziale di invecchiamento.

Informazioni sulla tenuta: Beaucastel

Interamente coltivato in modo biologico, il vigneto dello Château de Beaucastel produce uno dei migliori Châteauneuf-du-Pape della regione. La creazione del vigneto risale al XVI secolo, quando Pierre de Beaucastel acquista delle terre a Coudoulet nel 1549. La famiglia metterà il proprio stemma sui muri della proprietà edificata qualche tempo più tardi, lo stesso stemma che ritroviamo oggi sulle bottiglie e le etichette. Sono rari i vini in grado di raggiungere tali picchi di perfezione, in particolare così a lungo. Un successo familiare che ha saputo imporsi nel corso di generazioni, trasmettendo il proprio know-how in maniera ammirevole.
Oggi, i due figli di Jacques Perrin (Jean-Pierre e François) e i loro rispettivi figli, che rappresentano la quinta generazione, hanno preso le redini dell’azienda.

Le vigne occupano una superficie di 130 ettari, di cui solo 100 sono coltivati, e constano di 13 vitigni autorizzati. Rese controllate, concime “fatto in casa” al posto di prodotti chimici e metodo biologico (prima azienda della Valle del Rodano a convertirsi all’agricoltura biologica nel 1950 e a quella biodinamica nel 1974) sono i segreti del lavoro in vigna di Beaucastel

Per quanto riguarda la vinificazione, dopo la diraspatura le uve vengono vinificate in vasche e invecchiate in grandi botti di rovere per un anno. Tutti i vitigni sono messi all’interno di botti separatamente, al fine di rispettare il carattere, gli aromi e l’originalità di ciascuno. I vini riposano in bottiglia per un ulteriore anno prima di essere commercializzati. Da 15 anni, i Perrin hanno ingrandito la tenuta acquistando delle vigne in proprio in altre denominazioni, con l’ambizione di diventare gli specialisti della Valle del Rodano meridionale.


Leggere l’articolo del blog dedicato allo Château de Beaucastel

Caratteristiche specifiche

Quantità: 1 magnum

Provenienza: tenuta

IVA detraibile:

Cassa in legno/Cofanetto originale: no

Capsula CRD: no

Gradazione alcolica: 14.5 %

Regione: Valle del Rodano

Denominazione: Châteauneuf-du-Pape

Proprietario: Famille Perrin

Annata: 2019

Colore: rosso

Capacità e consumo ideale: da bere entro il 2044

Temperatura di servizio: 16°

Viticoltura: biologico Maggiori informazioni…

Superficie: 70 ettari

Intensità del vino: intenso

Aroma dominante: frutti neri

Occasione di degustazione: vino gastronomico

Vitigni: Cinsault, Counoise, Syrah, Grenache (Cannonau), Mourvèdre (Monastrell)
Hai riscontrato un problema su questo lotto? Segnalacelo